Meteo

OTTOVOLANTE Tra venerdì 28 e domenica 30, avremo picchi di calore che si faranno sentire al centro-sud e sulle isole maggiori

Su e giù. Continuerà anche per i prossimi 7-10 giorni questo pattern barico, che ho definito sinusoidale, sullo scacchiere europeo. La goccia fredda in quota insisterà sul nostro paese ancora per 24-36 ore, ma all’orizzonte si affaccia una nuova, ma ancora una volta breve, rimonta subtropicale sahariana. Nella giornata di giovedì, un’altra goccia fredda che si staccherà dalla saccatura atlantica principale sprofonderà verso la penisola iberica, attivando la risalita di un nuovo promontorio subtropicale verso la nostra penisola.

Tra venerdì 28 e domenica 30, avremo un nuovo marcato rialzo termico con i maggiori effetti che si faranno sentire, ancora una volta, al centro-sud e sulle isole maggiori. I picchi maggiori di temperatura si avranno sabato in Sardegna con punte di 43 °C e sulle regioni tirreniche centrali, sempre nella giornata di sabato, con valori che raggiungeranno i 37-38 °C. Nella giornata di domenica, con il promontorio che tenderà già a schiacciarsi verso est, i picchi di caldo verranno raggiunti sul Tavoliere delle Puglie con 42-43 °C e sulla Sicilia centro-orientale con valori fino a 41-42 °C.
In questo contesto, il Nord Italia resterà ancora una volta ai margini dell’avvezione calda ed anzi vedrà l’arrivo di ulteriore instabilità atmosferica tra sabato e domenica. Infatti, tra il 1° ed il 3 luglio, una nuova blanda ondulazione nord-atlantica dovrebbe interessare il Centro-Nord in questo continuo saliscendi sia termico che barico. Tuttavia, nel mese di luglio, i segnali climatici indicano un possibile cambiamento del pattern dovuto al rafforzamento dell’Anticiclone delle Azzorre, ma se ne riparlerà. Alla prossima. <

Marco M.M.

Condividi